16 AGOSTO 1977

Il Re del Rock'n'Roll Elvis Aaron Presley muore all'età di 42 anni per attacco cardiaco al Baptist Memorial Hospital di Memphis, lasciando dietro di sè una figlia di 9 anni che adorava, Lisa Marie; un padre disperato, Vernon Elvis Presley, oltre 20 anni di carriera vissuti tra palcoscenici e set cinematografici....e una valanga di fans in tutto il mondo!!

Da quel giorno l'immagine di Elvis Presley, a dispetto della morte, diventa "MITO" e continua a vivere tramite la sua musica, i suoi film e grazie a tutti i fans nel mondo che non l'hanno mai dimenticato e perseverano nel mantenere vivo il suo ricordo con tutti i mezzi disponibili.
E' stato proprio l'affetto dimostrato da tutte queste persone che ha portato nel 1982 Priscilla Presley, ex moglie di Elvis, a decidere di prendere in mano le redini della situazione economica della famiglia Presley e far diventare la tenuta di Graceland un "museo" aperto al pubblico, rendendola la seconda abitazione più visitata degli Stati Uniti d'America, dopo la Casa Bianca. 
Ogni anno, nella settimana in cui si celebra l'anniversario della morte di Elvis Presley, a Memphis e nella sua tenuta di Graceland si vivono giorni di commemorazione in suo onore, in cui si riuniscono persone comuni e coloro che hanno vissuto vicino a lui, amici e collaboratori, tutti accomunati da un unico scopo: rendere omaggio al Re del Rock'n'Roll, a colui che all'età di 21 anni ha cambiato la storia della musica.
Queste giornate, piene di eventi di vario genere, culminano nella notte tra il 15 e il 16 Agosto a Graceland, in cui ha luogo una veglia durante la quale i presenti, tenendo una candela accesa in mano, si dirigono alla sua tomba per un personale saluto al Re.


Il 16 Agosto 2017 si commemora il 
40° Anniversario 
della morte di Elvis Aaron Presley. 

In questa occasione noi di GRAZIELVIS.IT non vogliamo discutere sulle teorie più o meno veritiere riguardo la morte di Elvis Presley, sulle quali si sono già sparsi fiumi di inchiostro, ma vogliamo semplicemente ricordarlo per ciò che è stato e che è ancora oggi, cercando di cogliere l'essenza della personalità di Elvis come artista e come essere umano. 

Di seguito, il 16 Agosto 1977 raccontato da:

Vernon Presley - intervista del 1978
Lisa Marie Presley - dal libro "Elvis By The Presleys"
Priscilla Presley - dal libro "Elvis And Me"
Joe Esposito
Sonny West
Red West
Sam Thompson
David Stanley
Dick Grob
George Klein
Larry Geller
Jerry Schilling - dal libro "Me and A Guy Named Elvis"
Billy Smith - dal libro "Elvis and The Memphis Mafia"
Lamar Fike - dal libro "Elvis and The Memphis Mafia"
Marty Lacker - dal libro "Elvis and The Memphis Mafia"
Joe Moscheo - dal libro "The Gospel Side Of Elvis"
Terry Blackwood (Imperials)
Ed Enoch (Stamps Quartet)
Donnie Sumner (Stamps Quartet)
Larry Strickland (Stamps Quartet)
Ed Hill (Stamps Quartet)
Bill Baise (Stamps Quartet)
James Burton (TCB Band)
Jerry Scheff (TCB Band)
Ronnie Tutt (TCB Band)
Glen D. Hardin (TCB Band)
John Wilkinson (TCB Band)
Joe Guercio
Shaun Nielsen (Voice)
Tony Brown (Voice)
Myrna Smith (Sweet Inspiration)
Linda Thompson
Anita Wood
Marian Cocke - la sua infermiera personale / dal libro "I Called Him Babe"
Kathy Westmoreland - dal libro "Elvis And Kathy"
Colonnello Tom Parker - dal libro "The Colonel"
Loanne Parker