BIOGRAFIA



1935 - 1957 
1958 - 1965

1966 - 1969
1970 - 1977


Elvis Aron Presley nasce a Tupelo (Mississippi) nel 1935, conoscendo una grande povertà fin da bambino, ma in una famiglia molto unita, di cui non facevano parte solo i genitori, ma anche nonni, zii e cugini, in cui la solidarietà reciproca faceva da pilastro per affrontare le situazioni di disagio in cui le popolazioni di quella zona degli Stati Uniti versavano in quel periodo.
Furono proprio le difficoltà economiche a portare Elvis e la sua famiglia a trasferirsi a Memphis (Tennessee), alla ricerca di una migliore condizione di vita.
Fin da piccolo Elvis inizia a familiarizzare con la musica e, in particolare, con la chitarra, che inizia a suonare dall’età di 11 anni.
La svolta nella sua vita arriva nel 1954, quando entra negli studi di registrazione di Sam Phillips di Memphis, per poi passare, nell’arco di poco più di un anno, alla prestigiosa etichetta discografica RCA, con cui collaborerà fino alla sua morte.
Il suo stile musicale, il suo modo di vivere la musica sul palcoscenico è fortemente osteggiato dalla generazione precedente alla sua, ma i giovani, suoi coetanei, lo adorano: Elvis diviene fautore di un cambiamento nella società e nella cultura americana dell’epoca, aprendo le porte non solo ad un nuovo modo di fare musica, ma anche a molti artisti di colore che, fino a quel momento, non venivano tenuti in considerazione a causa della segregazione razziale vigente negli USA.
La sua carriera è costellata di successi discografici senza precedenti e, sebbene la sua vita abbia avuto fine il 16 Agosto 1977, la sua musica continua ancora oggi a fare da padrona nella vita di milioni di fans in tutto il mondo, che continuano a tenere vivo il ricordo di colui che è stato definito ed è conosciuto come “The King Of Rock’n’Roll”.
Graceland, la sua casa a Memphis, è meta per migliaia di persone ogni anno, che si recano a rendergli omaggio e a visitare i luoghi in cui è cresciuto e che ha amato. Non sono solamente i fans a recarsi in questi luoghi, ma anche personaggi famosi dello spettacolo, che riconoscono l'importanza che ha avuto Elvis Presley nella storia della società e cultura contemporanea e, in alcuni casi, l'influenza che ha avuto sulla loro stessa carriera.
A tale riguardo sono celebri le parole di John Lennon, le quali sintetizzano ciò che Elvis Presley è stato per molti musicisti: "Prima di Elvis non c'era niente!".
Ecco perchè ci sembra doveroso dirgli: "Grazie Elvis!".