lunedì 22 ottobre 2018

LIBRO - LETTERS FROM ELVIS: SHOCKING REVELATIONS TO A SECRET CONFIDANTE

Il 01 Novembre 2018 verrà pubblicato il libro "Letters From Elvis: Shocking Revelations To A Secret Confidante", scritto da Gary Lindberg.
Il libro viene presentato così:
"Letters from Elvis" potrebbe essere il più importante e rivelatore libro mai scritto sul Re. E' basato su materiale contenuto in decine di lettere scritte a mano ed autenticate che Elvis Presley ed i suoi amici Marlon Brando, Harry Belafonte e Tom Jones hanno scritto alla loro guida spirituale, Carmen Montez.
Non è mai stata portata a galla una tale collezione di lettere così personali ed intime prima d'ora.
E' un'esplosiva rivelazione della vita intima di Elvis, un'esposizione dei terribili crimini di Hollywood che hanno preso di mira Elvis, una toccante storia di amicizia, una serie di sorprendenti misteri riguardo Elvis Presley.
Dato che le rigorose leggi sul copyright impediscono la diretta pubblicazione delle lettere, il libro racconta anche le peripezie, durate 30 anni, dell'autore per portare alla luce queste informazioni.

All'autore sono state poste alcune domande, a cui ha risposto in questo modo.

Qual è il tuo scopo nel raccontare questa storia?
Durante gli ultimi anni della sua vita e dopo la sua morte, Elvis Presley è diventato oggetto di disprezzo e di ridicolo. Nonostante il suo regno come indiscusso re del rock'n'roll continuasse, l'opinione pubblica sembrava rivolta a pensare che lui avesse perso il tuo enorme talento e avesse permesso alla sua salute di deteriorarsi, consumando quantità enormi di farmaci. Era diventato la parodia di se stesso. 
Queste lettere aiutano a spiegare le ragioni che stanno dietro al declino di Elvis e rivelano una persona enormemente abusata, che è stata torturata fisicamente e psicologicamente per molti anni. Il mio scopo, semplicemente, è presentare la storia sconosciuta di Elvis, per arrivare ad ottenere comprensione e rispetto per un uomo che è stato una delle più grandi icone del nostro Paese.

Quando hai saputo dell'esistenza di queste lettere?
Nel 1988 ho ricevuto una telefonata da un artista, mio amico, collezionista di cimeli di celebrità. Era stato coinvolto in una serie di lettere scritte a mano, che ha ritenuto potessero essere la base di un libro e mi ha chiesto di partecipare allo sviluppo del progetto.

Come sono state scoperte le lettere?
Tutte le lettere, scritte tra il 1966 ed il 1972, erano indirizzate alla stessa persona, una donna che si chiama Carmen Montez, che era diventata consigliere spirituale degli autori delle lettere. 
Quando Carmen morì, senza eredi, lo Stato della California ha venduto le sue proprietà all'asta. Il migliore amico di Carmen ha comprato molti oggetti, incluse tre valigie chiuse, che si supponeva contenessero vestiti. Una di queste valigie conteneva le lettere di personaggi famosi, alcune ancora con le loro buste col timbro postale.


Perchè le lettere erano scritte a mano?
Carmen Montez chiedeva alle persone che assisteva spiritualmente di comunicare con lei attraverso lettere scritte a mano. Raramente parlava con loro personalmente o al telefono e, ovviamente, non esistevano email o messaggi di testo a quei tempi.
Carmen pensava di poter ottenere maggiore contatto con le persone se scrivevano i loro messaggi. Era un'azione che richiedeva una certa concentrazione. Sospetto che lei credesse anche di poter,  intuitivamente, decifrare il loro umore ed i tratti della personalità mediante la scrittura. Indipendentemente da come l'atto dello scrivere lettere possa aver aiutato la sua missione, è una fortuna per noi: se queste conversazioni avessero avuto luogo al giorno d'oggi, in cui nessuno scrive più lettere, non avremmo tracce cartacee autenticate.

Credi che gli eventi scioccanti descritti in questo libro siano veri?
Sì, nel senso che credo che Elvis, Marlon, Harry  e Tom abbiano riportato eventi realmente accaduti nel miglior modo potessero farlo.
Penso che nessuno, intenzionalmente, abbia mentito o inventato qualcosa. In molti casi, gli eventi raccontati da una persona in una lettera vengono supportati da un'altra.

Raccontaci di più su questa guida spirituale segreta.
Carmen Montez è una donna genuina. I documenti storici che abbiamo scoperto, mostrano che è nata fuori dagli Stati Uniti - lei dice in Spagna. Ha lavorato per un periodo ad Hollywood, nell'industria cinematografica, nello sviluppo spirituale di persone come attori, produttori, musicisti, ecc...  Nel tempo divenne un ministro della "Universal Church of the Master", una piccola chiesa californiana che credeva nella diretta comunicazione tra il mondo spirituale e quello fisico. Carmen sembrava possedere una rara combinazione di autenticità, intelligenza, carisma e spiritualità che attraeva le persone che cercavano una guida spirituale.

Come è avvenuto l'incontro tra Elvis Presley e Carmen?
E' risaputo che Elvis era sempre alla ricerca di spiritualità e, nel corso della sua vita, è entrato in contatto con vari guru spirituali e movimenti, tra cui Larry Geller, il "Self-Realization Fellowship" a Pacific Palisades fondato da Paramahansa Yogananda e altri.
Elvis ha incontrato Carmen tramite un amico comune, Harry Belafonte, le cui lettere a Carmen sono tra quelle che sono servite alla stesura del libro.

Hai detto che nel libro ci sono 265 lettere. Quante sono di Elvis Presley?
Abbiamo 65 lettere scritte a Carmen da Elvis Presley. Marlon Brando ha scritto oltre un centinaio di lettere. Le rimanenti sono di Harry Belafonte e di Tom Jones.

Tra le lettere scritte da Marlon Brando, Belafonte e Tom Jones quali ti hanno intrigato di più?
Ognuna delle lettere è profondamente personale ed in ognuna si possono leggere fatti incredibili ed affascinanti. Ma sono rimasto particolarmente colpito da alcune lettere scritte da Marlon Brando a Carmen. Queste lettere non solo rivelano una vera e precedente amicizia tra Marlon ed Elvis, ma rivelano alcuni episodi scioccanti. Nel momento in cui Marlon stava scrivendo una lettera, ha "canalizzato" lo spirito di una carissima amica di Elvis, che era deceduta, ed anche lo spirito di un capo indiano. La scrittura di Marlon è cambiata durante la "canalizzazione" ed ha firmato quei passaggi con il nome di questi defunti.
Nel libro discuto su varie spiegazioni riguardo questo fatto, ma la lettura delle lettere formate da personalità multiple è stata un'esperienza incredibile.

Come puoi essere certo dell'autenticità delle lettere?
Le lettere originali sono state sottoposte all'attenzione di un analista calligrafico, Charles W. Sachs, che è diventato celebre nel suo campo per aver testimoniato in un famoso processo in cui erano coinvolti documenti presumibilmente firmati da Howard Hughes.

Ti può interessare anche leggere L'ANALISI CALLIGRAFICA DI ELVIS PRESLEY.

domenica 21 ottobre 2018

ELVIS PRESLEY ENTERPRISES FA CAUSA ALLA CITTA' DI MEMPHIS

La Elvis Presley Enterprises si è mossa nuovamente a livello legale contro la città di Memphis questa settimana, accusando il ritardo nell'approvare il processo di espansione di Graceland come vendicativo ed illegale.
"Non è la prima volta che Graceland ci porta in tribunale; credo sia la terza volta che succede" ha detto il Sindaco Jim Strickland giovedì scorso.
"In poche parole: i proprietari privati di Graceland vogliono che i dollari dei contributi pubblici vengano messi nelle loro strutture private. E per noi è un problema farlo".
La nuova causa, presentata martedì scorso al Tribunale Distrettuale, insinua che un ritardo, all'inizio di questo mese, nella Commissione per il Controllo dell'uso del territorio nel prendere in considerazione un importante piano di espansione di Graceland, sia stato messo in atto per danneggiare Graceland.
Un'arena con 6200 posti a sedere è tra i piani di espansione che i funzionari della città di Memphis ritengono possa violare un accordo di non concorrenza con il FedEx Forum.
Il reparto per lo Sviluppo e la Crescita Economica di Memphis e la Contea di Shelby hanno votato all'inizio di quest'anno in favore del progetto di espansione di Graceland, a condizione che non ci siano violazioni nell'accordo di non concorrenza.
La Commissione della Contea di Shelby, lo scorso Giugno, ha dato la sua approvazione ai piani di espansione, ma a condizione che un Giudice risolva la disputa sulla suddetta non concorrenza.

L'azione della Commissione per il Controllo dell'uso del territorio sarà rimandata finchè non si risolverà questa controversia.
La Elvis Presley Enterprises sta cercando di ottenere un aumento degli incentivi fiscali che riceve al fine di aiutarla a pagare la fase successiva del progetto di espansione. 
Il contratto di affitto dei "Memphis Grizzlies" con il FedEx Forum afferma che i fondi pubblici della città non possono essere usati per una nuova sede che possa ospitare più di 5000 persone e che crei competizione con la struttura di Downtown Memphis. 
Nella sua azione legale, la EPE afferma che la città, in particolare il capo dell'ufficio legale Bruce McMullen, abbia messo in atto un'azione illegale e di rappresaglia, mediante il blocco dell'approvazione del progetto di ampliamento di Graceland da parte dell'Ufficio di Progettazione e Sviluppo della Contea di Shelby, in risposta alla posizione assunta da Graceland riguardo l'accordo sull'arena e per il fatto di aver ottenuto risoluzioni dalla Commissione per il Controllo dell'uso del territorio e dalla Contea "alle obiezioni della città".
"La EPE ha portato avanti gli aspetti non inerenti l'arena perchè aveva il diritto di farlo e non c'era nulla che le impediva di procedere con quella parte del progetto" viene affermato nella documentazione presentata dalla Elvis Presley Enterprises.
"Viene inoltre reclamato (da parte della EPE) il fatto che alla città non dovrebbe essere concesso di comunicare con l'Ufficio di Sviluppo riguardo la causa nel Tribunale di Stato, sebbene l'ufficio sia legato sia alla città che alla contea" ha affermato McMullen in una
nota, aggiungendo anche che l'approvazione da parte della Commissione di incanalare i soldi dei contributi pubblici nell'espansione di Graceland è subordinata alla sentenza di un tribunale in cui viene affermato che non si deve violare l'accordo di non concorrenza con il FedEx Forum.
La risoluzione aumenterebbe fino al 65% la percentuale di quota di fondi a cui Graceland può attingere dai suoi incentivi fiscali.
"E' dura vedere gli aspetti legali di questa causa" ha dichiarato McMullen. "Purtroppo, ancora una volta, sembra che la EPE stia usando la legge come parte della sua strategia d'affari".

mercoledì 17 ottobre 2018

ELVIS PRESLEY - LA ROCKSTAR ORIGINALE, HA FATTO TUTTO PER PRIMO

Uno degli autori del sito loudwire.com, dopo essere stato a Graceland, il 15 Ottobre ha pubblicato un articolo in cui racconta le sue impressioni su questo viaggio e la rivelazione che ha avuto, mentre ammirava la casa del re del rock'n'roll.

Quando Elvis Presley ha avuto la classica conversazione con i suoi genitori riguardo cosa avrebbe voluto fare da grande, suo padre gli ha risposto nel modo tipico dei genitori: "Dovrai decidere se vuoi fare il chitarrista o l'elettricista" disse Vernon Presley. "Ma io non ho mai visto un chitarrista che valesse qualcosa".
Anziché cogliere al volo la sicurezza di una cassetta per gli attrezzi, Elvis decise di seguire il suo cuore, arrivando a cambiare il mondo tramite la musica rock and roll.  
Più di quattro decenni dopo la sua morte, Presley è ancora una icona culturale.
HBO recentemente ha prodotto un nuovo documentario su di lui - "Elvis: The Searcher" - la rock band "Twenty One Pilots" ha avuto un enorme successo con la cover di "Can't Help Falling In Love" e la sua casa - Graceland - è ancora la maggiore attrazione turistica di Memphis, nel Tennessee. 
In particolare, Elvis ha costruito il modello di rockstar!
Recentemente ho fatto un viaggio nella iconica casa di Elvis a Memphis, dove "The King" ha trascorso gli ultimi 20 anni della sua vita.
Ho visitato mostre dedicate alla sua infanzia, il suo periodo nell'esercito, un viaggio passo per passo nella sua intera carriera musicale, una mostra speciale per commemorare la leggendaria "Sun Records", e tutto ciò che riempie i 18.580 metri quadrati del complesso "Elvis Presley's Memphis".
Mentre fissavo il foro di un proiettile che Elvis sparò ad uno dei suoi numerosi televisori, non ho potuto fare a meno di riflettere sull'aspetto più evidente del mio tempo trascorso a Graceland: Elvis ha fatto praticamente tutto per primo!
Prima che le stazioni radio si rifiutassero di far ascoltare la canzone dei Rolling Stones "(I Can't Get No) Satisfaction", perchè considerata troppo sconveniente, Elvis era già stato censurato perchè i movimenti del suo bacino erano ritenuti indecenti.
Soprannominato "The Pelvis" dai media americani, i movimenti di Presley provocarono il panico nazionale - costringendo "The Ed Sullivan Show" a filmarlo solamente dalla cintura in su.
Prima che qualcuno coniasse la dicitura "rockstar", Elvis stava già vivendo come tale.
Durante la sua vita ha comprato e scambiato oltre 200 automobili, ha speso cifre enormi in motociclette, barche, go-karts, motoslitte, cavalli, flipper, biliardi, mobili su misura, armi placcate oro con impugnature madreperlate, un campo da raquetball nella sua casa, una piscina con trampolino ed un poligono di tiro.
Mentre i Led Zeppelin stavano affittando il loro leggendario aeroplano, Elvis acquistò non uno, ma ben due aerei per uso privato.
Queste sfaccettature della vita di Elvis sono, in qualche modo, conosciute da tutti, ma è quello che non sapevo che ha reso nella mia mente Elvis Presley il più grande apripista della storia del rock.
Anni prima che i Beatles usassero i loro viaggi spirituali per convogliare il movimento psichedelico, Elvis Presley aveva già trovato il suo consigliere spirituale - il suo parrucchiere Larry Geller - ed aveva costruito un giardino della meditazione (Meditation Garden, nel quale ora riposa in pace) nella sua casa da utlizzare come spazio per la contemplazione.
Grazie alla guida di Geller, Elvis si è tuffato nella lettura di libri sulla Cristianità, la poesia medio-orientale, la biografia del più grande maestro di yoga indiano e molto altro...tutto questo mentre i Beatles cantavano "Help!" e "Ticket To Ride".
Decenni prima che il cantante degli U2, Bono Vox, diventasse il viso della rockstar filantropica, Elvis Presley donava già valanghe di soldi alle associazioni di beneficenza. 
Essendo cresciuto in un ambiente molto povero, Elvis ha dedicato molto tempo della sua vita nell'aiutare le persone meno fortunate di lui.
Copie degli assegni compilati da Elvis per il St. Jude, YMCA, la "Muscular Dystrophy Association" ed altre organizzazioni sono esposti nelle mostre  dell' "Elvis Preslsey's Memphis".
Durante il suo " '68 Comeback Special" ha presentato la canzone "If I Can Dream", in omaggio a Martin Luther King, leader dei diritti civili, assassinato proprio a Memphis.
Lo Stato del Tennessee non era tra quelli più inclini, ma Elvis decise di porgere ugualmente i propri rispetti a Martin Luther King attraverso questo brano. La canzone lo toccò così profondamente, da decidere di non cantare mai più una canzone in cui non credeva.
Anche nella tecnologia Elvis Presley è stato un pioniere, diventando il primo artista solista a dare un concerto trasmesso via satellite. Il suo "Aloha From Hawaii" del 1973 è stato lo spettacolo di intrattenimento più costoso a quel tempo, con i suoi 2.5 milioni di dollari.
Con il "Super Bowl" che andava in onda la stessa sera, il 51% delle televisioni negli Stati Uniti d'America erano sintonizzate su "Aloha From Hawaii".
Le storie di Graceland potrebbero riempire una biblioteca, soprattutto da quando l'attrazione cambia ogni pochi mesi, ma oltre allo stravagante stile di vita di Elvis, la storia della sua influenza è raccontata alla "Icon Exhibit". 
Pezzi di storia dai Beatles, Rolling Stones, James Brown, Kiss, Bruce Springsteen, Bob Dylan e molti altri sono stati donati a Graceland in omaggio all'influenza che Elvis ha avuto su ognuno di questi celebri artisti. 
Gli elogi ad Elvis Presley riempie la stanza, non lasciando dubbi sul fatto che lui sia davvero il RE!
"Prima di Elvis non c'era niente" - John Lennon
"E' stato un artista unico - un originale in un insieme di imitatori" - Mick Jagger
"Non ci sarà mai un altro come lui" - James Brown
"Nessuno di noi ce l'avrebbe fatta senza Elvis" - Buddy Holly
"Ci sono stati pretendenti. Ci sono stati contendenti. Ma c'è un solo Re" - Bruce Springsteen

Source: loudwire.com

LIBRO - LAS VEGAS '56

Verrà pubblicato a Dicembre 2018 dalla casa editrice KJ Consulting il libro di Erik Lorentzen "Las Vegas '56".
"Las Vegas '56, quando 'il cantante atomico' Elvis Presley cantava il rock'n'roll, a voce alta, nella città di Frank Sinatra..."

lunedì 15 ottobre 2018

BOX 5 CD + 2 BLU-RAY - ELVIS: '68 COMEBACK SPECIAL / 50th ANNIVERSARY EDITION

Sebbene non sia ancora stato annunciato da Sony, sembra che il box da 5 CD, "Elvis: '68 Comeback Special - 50th Anniversary Edition", commemorativo del 50° anniversario, sia stato confermato. 
Quello che, però, fa un po' storcere il naso è che i 5 CD in questione comprendono i 4 CD già pubblicati nel 2008 per il 40° anniversario e la release pubblicata dall'etichetta FTD.
_____________________________________________________________________________


BOX 4 CD - "THE COMPLETE '68 COMEBACK SPECIAL - THE 40th ANNIVERSARY EDITION"

_________________________________________________________________________________

La domanda, quindi, è: c'è bisogno di acquistare anche questa release, solamente perchè commemorativa del 50° anniversario?
Quello che potrebbe invogliare è il libretto di 88 pagine ed i due blu-ray, sebbene a livello di contenuti non ci sia nulla di inedito.
Riassumendo: il box per il 50° anniversario del '68 Comeback Special è composto da 5 CD + 2 Blu-ray e verrà pubblicato a Novembre 2018.

Nei primi 4 CD i contenuti sono identici a quelli pubblicati nel 2008:
CD 1 - ORIGINAL ALBUM + BONUS TRACKS 
Trouble/Guitar Man - Lawdy, Miss Clawdy/Baby, What You Want Me To Do/Heartbreak Hotel/Hound Dog/All Shook Up/Can't Help Falling In Love/Jailhouse Rock/Love Me Tender - Where Could I Go But To The Lord/Up Above My Head/Saved - Blue Christmas/One Night - Memories - Nothingville/Big Boss Man/Guitar Man/Little Egypt/Trouble/Guitar Man - If I Can Dream
Bonus Tracks:
It Hurts Me - Let Yourself Go  - Memories (stereo) - If I Can Dream (stereo) 
N.B.: A differenza della release del 2008, è stata omessa la canzone "A Little Less Conversation".
CD 2 - FIRST SIT-DOWN SHOW & FIRST STAND-UP SHOW:
Introductions - That's All Right - Heartbreak Hotel - Love Me - Baby What You Want Me To Do - Blue Suede Shoes - Baby What You Want Me To Do - Lawdy Miss Clawdy - Are You Lonesome Tonight? - When My Blue Moon Turns To Gold Again - Blue Christmas - Trying To Get To You - One Night - Baby What You Want Me To Do - One Night - Memories
FIRST STAND-UP SHOW:
Heartbreak Hotel - Hound Dog - All Shook Up - Can't Help Falling In Love - Jailhouse Rock - Don't Be Cruel - Blue Suede Shoes - Love Me Tender - Trouble/Guitar Man - Baby What You Want Me To Do - If I Can Dream 

CD 3 - SECOND SIT-DOWN SHOW & SECOND STAND-UP SHOW: 
Heartbreak Hotel - Baby What You Want Me To Do - Introductions - That's All Right - Are You Lonesome Tonight? - Baby What You Want Me To Do - Blue Suede Shoes - One Night - Love Me - Trying To Get To You - Lawdy Miss Clawdy - Santa Claus Is Back In Town - Blue Christmas - Tiger Man - When My Blue Moon Turns To Gold Again - Memories
SECOND STAND-UP SHOW:
Heartbreak Hotel - Hound Dog - All Shook Up - Can't Help Falling In Love - Jailhouse Rock - Don't Be Cruel - Blue Suede Shoes - Love Me Tender - Trouble - Trouble - Trouble/Guitar Man - Trouble/Guitar Man - If I Can Dream 

CD 4 - FIRST REHEARSAL /  SECOND REHEARSAL:
I Got A Woman - Blue Moon/Young Love/Oh, Happy Day - When It Rains It Really Pours - Blue Christmas - Are You Lonesome Tonight?/That's My Desire - That's When Your Heartaches Begin - Peter Gun theme - Love Me - When My Blue Moon Turns To Gold Again - Blue Christmas/Santa Claus Is Back In Town 
SECOND  REHEARSAL:
Danny Boy - Baby What You Want Me To Do - Love Me - Tiger Man - Santa Claus Is Back In Town - Lawdy, Miss Clawdy - One Night - Blue Christmas - Baby What You Want Me To Do - When My Blue Moon Turns To Gold Again - Blue Moon Of Kentucky

CD 5:

01. Nothingville (Guitar Man's Evil #1 - Takes 5 & 6) 
02. Guitar Man (Guitar Man's Evil #1 - Take 2) 
03. Let Yourself Go - part 1 (Guitar Man's Evil #2 - Take 5 & 7/M)
04. Let Yourself Go, part 2 (Guitar Man's Evil #3 - Take 7/M)
05. Guitar Man (Escape #1, fast - Takes 1, 2 & 5)
06. Big Boss Man (Escape #3 - Take 2) 
07. It Hurts Me, part 1 (Escape #4 - Take 5)
08. It Hurts Me, part 2 (After Karate #1 - Take 3)
09. Guitar Man (After Karate #2 - Take 1)
10. Little Egypt (After Karate #2 - Take 6)
11. Trouble / Guitar Man (After Karate #3 - Take 2) Trouble / Guitar Man Medley
12.  Sometimes I Feel Like A Motherless Child / Where Could I Go But To The Lord (Gospel #1) (Rehearsal & Take 1) Medley
13. Up Above My Head / Saved (Gospel #2 - Takes 4 & 7), Medley
14. Saved (Gospel #3 - Takes 2 & 4)
15. Trouble / Guitar Man (Opening - Takes 6 & 7) Medley
16. If I Can Dream (Alternate Take 1 
17. If I Can Dream (Takes 2, 3 & 4)
18. Memories (Takes 3 & 4/vocal overdub #1)
19. Let Yourself Go (Closing Instrumental)

domenica 14 ottobre 2018

VINILE ORO - ELV1S 30 #1 HITS / PUBBLICATO

Il doppio vinile color oro "ELV1S 30 #1 HITS" è stato pubblicato.
Cosa c'è da dire su Elvis Presley che non sia già stato detto? 
Sono passati 41 anni da quando morì tragicamente all'età di 42 anni, ma la sua musica continua a vivere, e presumibilmente vivrà per sempre.
E' veramente incredibile pensare che la sua musica sia sopravvissuta per altrettanti anni rispetto a quelli che lui ha vissuto.
Nel 2002 Sony Music pubblicò una nuova collezione di successi dal titolo "ELV1S 30 #1 HITS", che ha dominato le classifiche di tutto il mondo ed ha venduto milioni di copie. 
Solo in UK ne sono state venduti due milioni di esemplari, a testimonianza di quanto Elvis sia ancora famoso.
Esattamente 16 anni dopo quella prima distribuzione, avvenuta il 12 Ottobre 2002,  l'album è stato nuovamente pubblicato su 2 vinili. 
Prendendo ispirazione dalla copertina, la pubblicazione è stata realizzata su vinile color oro, rendendo così la confezione molto speciale.
La lista delle canzoni è stata compilata da Ernst Jorgensen e Roger Sermon, usando i dati delle classifiche di varie fonti. Il risultato è, in qualche modo, la collezione definitiva della musica di Presley, riassunta in 30 canzoni che hanno raggiunto la vetta delle classifiche sia in USA che in UK, con l'aggiunta della versione remix di "A Little Less Conversation", creata da Junkie XL e che diede ad Elvis Presley ancora un numero 1 in classifica.

Nel suo bellissimo color oro, questo doppio vinile può diventare un bellissimo regalo per il prossimo Natale.

Le canzoni:
DISCO 1:
LATO A:
Heartbreak Hotel - Don't Be Cruel - Hound Dog - Love Me Tender - Too Much - All Shook Up - Teddy Bear - Jailhouse Rock
LATO B:
Don't - Heard Headed Woman - One Night - (Now And Then There's) A Fool Such As I - A Big Hunk O' Love - Stuck On You - It's Now Or Never

DISCO 2:
LATO A:
Are You Lonesome Tonight? - Wooden Heart - Surrender - (Marie's The Name) His Latest Flame - Can't Help Falling In Love - Good Luck Charm - She's Not You - Return To Sender - (You're The) Devil In Disguise

LATO B:
Crying In The Chapel - In The Ghetto - Suspicious Minds - The Wonder Of You - Burning Love - Way Down

BONUS TRACK:
A Little Less Conversation (JXL Radio Edit Remix)

venerdì 12 ottobre 2018

VINILE - ELVIS PRESLEY: THE CHRISTMAS ALBUM

Il vinile colorato "Elvis Presley: The Christmas Album" è stato pubblicato.

Il vinile è da 180 grammi, in edizione limitata di 1111 copie e con copertina trasparente.
Le canzoni dell'album.

LATO A:
Santa Claus Is Back In Town
White Christmas
Here Comes Santa Claus (Right Down Santa Claus Lane)
I'll Be Home For Christmas
Blue Christmas
Santa Bring My Baby Bring (To Me)

LATO B:
O Little Town Of Bethlehem
Silent Night
(There'll Be) Peace In The Valley
I Believe
Take My Hand, Precious Lord
It's No Secret (What God Can Do)

_____________________________________________________________________________

LO PUOI ACQUISTARE QUI!! 😊😊


VINTAGE ROCK MAGAZINE - ELVIS PRESLEY IN COPERTINA

Elvis Presley, in un'immagine tratta dal " '68 Comeback Special", è sulla copertina del numero di Novembre 2018 del magazine "Vintage Rock".
All'interno del magazine è stato pubblicato un articolo in cui si parla del " '68 Comeback Special", nel suo 50° anniversario, definito come "una delle più grandi performance nella storia del rock'n'roll".
Le informazioni che compongono l'articolo sono state raccolte direttamente da musicisti e da coloro che hanno preso parte direttamente alla realizzazione dello special. 

CD + LP - GLEN CAMPBELL: SINGS FOR THE KING

Dal 1964 al 1968, tra le sessions di registrazione con i "Wrecking Crew" e i suoi album da solista, Glen Campbell ha inciso anche delle canzoni per Elvis Presley.
Dovevano essere demos da far ascoltare solo ad Elvis, ma ora, a 50 anni di distanza, 18 di queste registrazioni inedite verranno pubblicate su CD, LP e download digitale per la prima volta.
Il titolo delle release è "Glen Campbell: Sings For The King" e verranno pubblicate a partire dal 16 Novembre 2018 via Capitol/UMe.
Le canzoni sono state scritte dal team di Ben Weisman - di cui potete leggere un'intervista qui - e Sid Wayne.
I due autori si rivolsero a Campbell perchè aveva la capacità di cantare nella stessa tonalità di Elvis, e quindi, i demo risultavano migliori per essere sottoposti al giudizio di Elvis.
Le canzoni sono state scoperte da Stephen Auerbach, produttore esecutivo, che le ha trovate su un nastro a lungo dimenticato in un magazzino di proprietà di suo zio acquisito: ossia proprio Ben Weisman!
Delle 29 tracce che sono state salvate, ce ne sono 12 che sono state effettivamente incise da Elvis Presley, come "Stay Away Joe", "Clambake", "Spinout" e "Easy Come, Easy Go".
La varietà del materiale è fantastica, perchè spazia da canzoni dal sapore country, come "Any Old Time", al rock di "I'll Be Back" e alle ballate come "I'll Never Know".
Nella canzone "I Got Love", Glen Campbell inizia a cantare nella sua tonalità ma, man mano che prosegue nell'incisione, lo si sente spostarsi sempre più nella tonalità di Elvis.
L'album inizia con la canzone gospel "We Call On Him", in cui si sentono le due voci - di Elvis Presley e Glen Campbell - fondersi in un duetto, dando realmente il senso di come le esibizioni di Glen siano state fatte con la mente focalizzata su Elvis, e come poi quest'ultimo le abbia fatte sue.
Come ha scritto il giornalista ed autore Alan Light nelle note: "Con il loro stile musicale proveniente dalle radici del Sud, non sorprende che Glen Campbell ed Elvis Presley abbiano dato vita ad un'ammirazione reciproca. 'Io ed Elvis siamo cresciuti nello stesso umile modo' ha detto una volta Campbell. L'amicizia tra il Rhinestone Cowboy ed il Re del Rock'n'Roll ha attraversato tre decenni e spesso le loro orbite si sono incrociate professionalmente".
Glen Campbell ed Elvis Presley si sono incontrati per la prima volta nel 1956, mentre Elvis si esibiva ad Alburquerque, dove Glen si era da poco trasferito per unirsi alla band di suo zio, "Dick Bills and the Sandia Mountain Boys".
"Era elettrizzante" ha detto Campbell, parlando di Elvis.
Nel 1960, Glen andò a Los Angeles per trovare lavoro come musicista e frequentava spesso un club chiamato "Crossbow", dove Elvis ed i suoi amici andavano ogni tanto a guardare da una piccola stanza privata al piano superiore.
Come membro del fantastico gruppo di musicisti di Los Angeles conosciuto come "The Wrecking Crew", Glen appare in dozzine di successi immortali, come "You've Lost That Lovin' Feeling" e "Strangers In The Night".
Nel 1963 la sua chitarra è presente in quasi 600 sessions, inclusa una con Elvis Presley per "Viva Las Vegas".
Nel 1967 la carriera di Glen Campbell stava raggiungendo l'apice con la pubblicazione dei suoi albums "Gentle On My Mind" e "By The Time I Get To Phoenix": entrambi raggiunsero la vetta delle classifiche e fecero la storia dei Grammy, prendendo premi per "Canzone" ed "Esibizione" nelle categorie POP e Country & Western.
L'anno seguente "By The Time I Get To Phoenix" venne premiato come Album dell'Anno: è stato il primo album country ad aggiudicarsi il premio.
In mezzo a tutto questo, Glen Campbell continuava ad incidere demo per Weisman e Wayne quando aveva tempo...
Il rapporto tra Elvis e Glen poteva diventare ancora più grande: nel 1969, quando Elvis ha formato la TCB Band, i due chitarristi tra cui decidere erano Glen Campbell e James Burton.
Ma poichè Glen stava cavalcando le scene da solista a seguito del successo dei suddetti albums, e James Burton era disponibile perchè il suo precedente "capo", Ricky Nelson aveva sciolto recentemente la sua band, la scelta ricadde su quest'ultimo.

Ascolta qui la versione di "Easy Come Easy Go" cantata da Glen Campbell:
https://ume.lnk.to/GCSingsForTheKingPR

La tracklist dell'album "Glen Campbell: Sings For The King":
01. We Call On Him (A Duet With Elvis Presley) * 
02. Easy Come, Easy Go *
03. Any Old Time
04. Anyone Can Play
05. I Got Love
06. I'll Never Know *
07. All I Needed Was The Rain *
08. How Can You Lose What You Never Had *
09. Spinout *
10. Magic Fire
11. I'll Be Back *
12. Love On The Rocks
13. Stay Away, Joe *
14. Cross My Heart And Hope To Die *
15. Clambake *
16. There Is So Much World To See *
17. Do The Clam *
18. Restless 

* Recorded by Elvis Presley

martedì 9 ottobre 2018

E' DECEDUTA CELESTE YARNALL

Celeste Yarnall, che ha lavorato insieme ad Elvis Presley nel film "Live a Little, Love a Little" e nella celebre serie "Star Trek", è deceduta Domenica scorsa nella sua casa a Westlake Village, in California. Aveva 74 anni.
A Novembre del 2014 le era stato diagnosticato un cancro ovarico, ma sembra sia poi degenerato in cancro peritoneale.
Durante questi anni di malattia si è dovuta rivolgere ad un sito di raccolta fondi per chiedere aiuto nel poter pagare le sue spese mediche. 

Riposa in pace, Celeste! 💖💖 
INTERVISTA A CELESTE YARNALL:
Celeste, come sei stata scoperta?
E' una storia strana. Avevo 17 anni ed avevo appena terminato la scuola superiore. Stavo per fare la mia prima audizione per un prodotto per capelli, chiamato Show Curl. Mi ero agghindata in modo da sembrare più vecchia dei miei 17 anni e stavo camminando verso lo studio per l'audizione.

Clicca qui e continua a leggere l'intervista a Celeste Yarnall!