ELVIS PRESLEY: OUTSTANDING YOUNG MAN OF THE NATION










Il 16 Gennaio 1971 Elvis Presley prese parte ad un ricevimento a Memphis nel quale, insieme ad altre nove persone, accettò l'onorificenza di essere premiato come uno dei dieci giovani uomini più meritevoli della Nazione ("Outstanding Young Men Of The Nation") per l'anno 1970, da parte della "United States Junior Chamber Of Commerce (Jaycees)".
Fu un riconoscimento che lo riempì di orgoglio, in quanto non veniva fatto alla sua arte, ma alla sua persona.
Il ricevimento ebbe luogo al Holiday Inn-Rivermount.
Harold Sterling attendeva l'arrivo di Elvis, che sembra abbia ritardato a causa dello smarrimento di un gemello della camicia.
Mr. Sterling così racconta l'arrivo di Elvis: "Non ero pronto per qualcuno così appariscente. Aveva tutti quei diamanti addosso e i suoi capelli erano lunghi. Charlie Hodge stava bevendo e ridendo, c'erano anche Red e sua moglie. Priscilla aveva lunghi capelli neri. Lui (Elvis) impartiva ordini, la gente scattava. Sapeva quello che voleva e l'impressione che voleva dare, ma era un despota buono. Era molto gentile, ma pretendeva anche molto. 
Il suo ingresso tu elettrizzante e riempì la maggior parte dei più seri uomini d'affari e delle loro mogli di un entusiasmo giovanile. Tutti smisero di chiacchierare per guardarlo entrare. Appena lui e Priscilla si sedettero, i fotografi corsero al loro tavolo. Gentilmente Elvis permise un paio di fotografie, poi chiese ai giornalisti di andarsene".
Dopo il ricevimento, si tenne un incontro privato senza i giornalisti. Il giornale locale riuscì a sapere, tramite le sue fonti presenti all'incontro, che Elvis parlò di religione e dell'importanza che questa ha nella sua vita.
Il futuro Presidente degli Stati Uniti, George Bush, partecipò come speaker ed Elvis poté incontrare nuovamente Marion Keisker, la ex segretaria di Sam Phillips, che conobbe quando fece il suo primo ingresso alla Sun Records. Le presentò Priscilla, descrivendo Marion come "la persona di cui ti ho parlato tanto" e aggiungendo: "Sai, lei è colei che ha reso tutto questo possibile. Senza di lei non sarei mai stato nemmeno ascoltato".

Nel pomeriggio, alle 17, Elvis Presley ospitò a Graceland per un cocktail party le altre persone che avevano ricevuto la stessa onorificenza e i membri del Jaycees.
Dopodiché, sempre con Elvis come ospite, ebbe luogo una cena al "Four Flames Restaurant" al 1085 Popular Avenue di Memphis (ora sede del "Child Advocary Center").
Fiori freschi e candelabri, con segnaposto autografati da Elvis e logo TCB, erano presenti su ogni tavolo.
La musica fu affidata ad un violinista e la cena venne servita da camerieri in guanti bianchi.

Alle ore 20 ebbe luogo la cerimonia di consegna del premio all'Ellis Auditorium.
Per l'occasione Elvis preparò un discorso da leggere durante la premiazione, ispirato ad una delle sue canzoni preferite di Roy Hamilton.
Questo è il testo del discorso tenuto da Elvis Presley:
"When I was a child, ladies and gentlemen, I was a dreamer. I read comic books, and I was the hero of the comic book.I saw movies, and I was the hero in the movie. So every dream I ever dreamed has come true a hundred times. These gentlemen over there, these are the type who care, are dedicated. You realize if it's not possible that they might be building the Kingdom, it's not far-fetched from reality. I learned very early in life that: ‘Without a song, the day would never end; without a song, a man ain't got a friend; without a song, the road would never bend, without a song', So I keep singing a song. Goodnight. Thank you".
TRADUZIONE:
"Quando ero un bambino, signore e signori, ero un sognatore. Leggevo fumetti ed ero l'eroe del fumetto. Vedevo film, ed ero l'eroe del film. Così, ogni sogno che ho fatto si è avverato cento volte. [...] Ho imparato molto presto nella vita che senza una canzone il giorno non finirebbe mai, senza una canzone un uomo non ha amici, senza una canzone la strada non curverebbe mai, senza una canzone. Per questo continuo a cantare. Buonanotte. Grazie".

Il trofeo è chiamato JAYSON, acronimo di Jaycees Active Youth Serving Our Nation.
Il premio è ora esposto a Graceland, insieme all'abito indossato da Elvis.



MARTY LACKER RACCONTA ALCUNI RETROSCENA DELL'EVENTO:
Elvis era molto emozionato nel ricevere questo riconoscimento, molto di più di quanto lo fu per altri premi; talmente tanto che arrivò da Las Vegas per partecipare alla premiazione.
Quando venne a sapere che sarebbe stato premiato, mi chiese di fare qualcosa di speciale per lui per la sera della premiazione.
Voleva fare qualcosa di speciale per onorare le altre persone che avrebbero ricevuto il premio.
Gli suggerii di invitarli a Graceland per un cocktail party e un tour della casa, seguito poi da una cena in uno dei ristoranti più esclusivi di Memphis, il "Four Flames".
Gli piacque l'idea e, sebbene in quel periodo non lavorassi più per lui, mi disse "Ok, organizza!".
Risi tra me e me perchè sino alla fine continuò a comportarsi come se lavorassi ancora per lui.
Mi fece piacere perchè volevo che fosse felice in questa occasione.
La sera della premiazione c'era la polizia di Memphis davanti ai canceli, in modo che nessuno che non fosse stato invitato, riuscisse ad entrare. Ogni membro della Memphis Mafia era sulla porta di ingresso per dare il benvenuto ad ogni invitato e condurlo ad un tour personale di Graceland.
Il cocktail party ebbe luogo in quella che oggi è la Trophy Room e il catering fu gestito da una nota azienda di Memphis, la Monte's Catering.
Dopo il party, ci dirigemmo in auto al ristorante "Four Flames" per la cena, che venne organizzata in una stanza privata al piano inferiore.
Dopo la cena andammo al Downtown Auditorium per la cerimonia di premiazione; dopodichè tornammo all'Hollywood Rivermont Hotel, dove Elvis aveva alloggiato la notte precedente - quando arrivò in aereo da Las Vegas - anzichè andare a Graceland.
Il giorno dopo ripartì per Las Vegas.
Concludendo, devo dire che è stato un meraviglioso evento nella vita di Elvis, a cui sono orgoglioso di aver partecipato. Mi piaceva vederlo felice e vederlo ottenere i riconoscimenti che merita. Ne sono felice ancora oggi.

Il programma "Ten Outstanding Young Men Of The Nation" venne creato dal Jaycees nel 1938 con l'intento di premiare i dieci giovani americani - tra i 18 ed i 40 anni - che nell'anno si erano contraddistinti per i loro meriti su vari piani professionali ed umanitari.
Nel 1970 Elvis era buon amico di Bill Morris, Sceriffo della Contea di Shelby e, successivamente, Sindaco della città di Memphis.
Fu Bill Morris a fare il nome di Elvis affinchè venisse incluso tra le persone meritevoli del premio per il suo impatto sulla musica e sulla cultura, non menzionando la sua enorme generosità e le opere di beneficenza che Elvis era solito fare.