venerdì 15 febbraio 2019

VIDEO IN ANTEPRIMA - "ELVIS: ALL STAR TRIBUTE SPECIAL" NBC

Nei due video proposti in questo articolo è possibile ascoltare in anteprima alcuni spezzoni dello special NBC "ELVIS - ALL STAR TRIBUTE SPECIAL", che verrà trasmesso il 17 Febbraio 2019 per commemorare il 50° anniversario dello special "ELVIS" (" '68 Comeback Special").

Nel primo video si può ascoltare l'esecuzione della canzone "If I Can Dream", cantata da Elvis Presley insieme a Post Malone, Shawn Mendes, Darius Rucker, Blake Shelton e Carrie Underwood, così come eseguita durante lo special.  

Nel secondo video, invece, si ascoltano altre esibizioni che fanno sempre parte dello spettacolo. 

P.S.: A partire da oggi, 15 Febbraio 2019, sono stati pubblicati il CD ed il DVD in cui si può ascoltare lo spettacolo.
IL DVD:
Le esibizioni sono strutturate come segue:
"Trouble”/”Guitar Man" - Blake Shelton    
"Hound Dog" - Shawn Mendes    
"Burning Love" - Keith Urban
"Baby, What You Want Me to Do" - Keith Urban & Post Malone 
"Jailhouse Rock" - John Fogerty   
"Can’t Help Falling in Love" - Ed Sheeran   
"Always on My Mind" - Kelsea Ballerini    
"Heartbreak Hotel" - Jennifer Lopez    
"One Night" - Darius Rucker    
"Suspicious Minds" - Blake Shelton    
"Love Me Tender" - Alessia Cara    
"Memories" - Mac Davis    
"A Little Less Conversation" - John Legend    
"Are You Lonesome Tonight?" - Little Big Town    
"Blue Suede Shoes" - Adam Lambert    
"Love Me" - Pistol Annies

MEDLEY:
"That’s All Right" - "Don’t Be Cruel" - "Blue Suede Shoes" - Mac Davis, Post Malone, Little Big Town, Darius Rucker e Blake Shelton   

MEDLEY GOSPEL: 
"How Great Thou Art" - "He Touched Me" - "You’ll Never Walk Alone" - Carrie Underwood e Yolanda Adams
"Little Sister" - Dierks Bentle   
"It’s Now or Never" - Josh Groban    
"If I Can Dream" - Elvis Presley, Carrie Underwood, Shawn Mendes, Post Malone, Darius Rucker, Blake Shelton

LA TRACKLIST DEL CD:
01. Trouble / Guitar Man (Opening) - 02. Heartbreak Hotel (First "Stand Up" Show) - 03. Hound Dog - 04. All Shook Up - 05. Can't Help Falling In Love - 06. Jailhouse Rock (all Second "Stand Up" Show) - 07. Don't Be Cruel (First "Stand Up" Show) - 08. Blue Suede Shoes (Second "Sit Down" Show) - 09. Baby, What You Want Me To Do (First "Stand Up" Show) - 10. Are You Lonesome Tonight? (First "Sit Down" Show) - 11. One Night (Second "Sit Down" Show) - 12. Love Me Tender (First "Stand Up" Show) - 13. Trying To Get To You (Second "Sit Down" Show) - 14. Love Me (Second "Sit Down" Show) - 15. Memories

Bonus Tracks: 16. A Little Less Conversation - 17. Suspicious Minds - 18. Burning Love - 19. If I Can Dream: Elvis Presley, Carrie Underwood, Shawn Mendes, Post Malone, Darius Rucker, Blake Shelton Previously Unreleased



mercoledì 13 febbraio 2019

QUANDO GARY PUCKETT INCONTRO' ELVIS PRESLEY

Gary Puckett e "The Union Gap" stanno facendo il tour dell'Australia in questi giorni.
Gary, che ora ha 76 anni, ha ancora una buona potenza vocale, e la sua vocalità è più profonda di quando era giovane. Durante lo spettacolo a Canberra, capitale dell'Australia, ha raccontato alcuni aneddoti molto interessanti riguardo la sua vita e la sua carriera...ed ha tenuto il pezzo forte per ultimo: un racconto di circa 5 minuti inerente il suo incontro con Elvis Presley all'International Hotel di Las Vegas.
Gary e gli Union Gap stavano giocando nelle sale dell'International Hotel insieme ad Ike, Tina Turner ed al comico Redd Fox (attore del telefilm "Sanford & Son" trasmesso anche in Italia).
Ad un certo punto, Gary disse che da sempre era un grandissimo fan di Elvis Presley e che Elvis gli aveva toccato il cuore con le sue canzoni.
Non si sarebbe mai aspettato di incontrare Elvis o, addirittura, che Elvis sapesse di lui.
Comunque, una sera, uscì per divertirsi e si ritrovò ad affrontare un gruppo compatto di 12/13 ragazzi che camminavano verso di lui.
Non avevano l'aspetto di personale dell'International Hotel e Gary li prese per "musos" (per "muso" si intende una persona ossessionata dalla musica, la cui collezione di dischi è fatta di musica che la maggior parte delle persone non conosce).
Quando gli arrivarono vicino, il gruppo compatto si aprì e Gary si ritrovò faccia a faccia con un alto e bellissimo Elvis Presley.
Essendo diventato momentaneamente muto e scioccato, Gary poi riuscì a dire: "Ciao Elvis, sono Gary Puckett". 
Elvis gli fece uno dei suoi sorrisi, con tanto di celebre labbro alzato, e disse: "Sì amico, lo so. Mi piace la tua musica".
Gary chiacchierò con Elvis per un po' e quest'ultimo gli disse che sarebbe andato a vedere lui e gli Union Group esibirsi.
Gary pensò che Elvis volesse solo essere educato, ma durante il suo spettacolo il direttore di sala gli sussurrò: "Elvis è qui".
Gary ragionò sull'eventualità di annunciare al pubblico la presenza di Elvis, ma pensò anche che questo avrebbe portato il suo spettacolo ad una fine anticipata, così aspettò fino all'ultima canzone.

Non appena Gary disse al pubblico che Elvis era presente e lo indicò, immediatamente le persone si alzarono dalle loro sedie e corsero per avvicinarsi a lui.
Anni dopo Gary incontrò Priscilla Presley, la quale gli disse che lui era uno dei cantanti preferiti di Elvis, anche se il numero uno era Roy Orbison; Gary rispose che anche a lui piaceva moltissimo Roy Orbison...ovviamente dopo Elvis!
Subito dopo aver raccontato questo aneddoto, Gary eseguì la penultima canzone del suo concerto a Canberra: una bella versione di "An American Trilogy", in ricordo di Elvis Presley. 

martedì 12 febbraio 2019

SET CD - ELVIS AT THE MOVIES

Il set da 3 CD "Elvis At The Movies" contiene 60 canzoni tratte dai film "Love Me Tender", "Loving You", "Jailhouse Rock", "King Creole", "G.I. Blues", "Flaming Star", "Blue Hawaii", "Follow That Dream" e "Girls! Girls! Girls!".

CD 1:
Love Me Tender - We're Gonna Move - Mean Woman Blues - (Let Me Be Your) Teddy Bear - Loving You - Got A Lot Of Livin' To Do - Hot Dog - (Let's Have A) Party - Young And Beautiful - I Want To Be Free - Don't Leave Me Now (1) - Treat Me Nice - Jailhouse Rock - (You're So Square) Baby I Don't Care - Crawfish - Lover Doll - Trouble - Dixieland Rock - Young Dreams - New Orleans


CD 2:
King Creole - Hard Headed Woman - Don't Ask Me Why - As Long As I Have You - Tonight Is So Right For Love - What's She Really Like? - Frankfort Special - Wooden Heart - G. I. Blues - Pocketful Of Rainbows - Shoppin' Around - Didja' Ever - Blue Suede Shoes - Doin' The Best I Can - Flaming Star - Wild In The Country - I Slipped, I Stumbled, I Fell - Blue Hawaii - Almost Always True - No More


CD 3:
Can't Help Falling In Love - Rock-A-Hula Baby - Moonlight Swim - Ku-U-I-Po (Hawaiian Sweetheart) - Slicin' Sand - Hawaiian Sunset - Beach Boy Blues - Island Of Love - Hawaiian Wedding Song - What A Wonderful Life - Follow That Dream - Angel - King Of The Whole Wide World - Home Is Where The Heart Is - Girls!, Girls!, Girls! - I Don't Wanna Be Tied - Earth Boy - Return To Sender - Because Of Love - We're Coming In Loaded

BOX CD - ELVIS PRESLEY: 8 CLASSIC ALBUMS

"8 Classic Albums" è un box da 4 CD che verrà pubblicato dalla Reel To Reel (H'Art) a partire dal 08 Marzo 2019

Nello specifico contiene gli album:
"Elvis Presley":
Blue Suede Shoes - I'm Counting On You - I Got A Woman - One-Sided Love Affair - I Love You Because - Just Because - Tutti Frutti - Tryin' To Get To You - I'm Gonna Sit Right Down And Cry (Over You) - I'll Never Let You Go - Blue Moon - Money Honey

"Elvis":
Rip It Up - Love Me - When My Blue Moon Turns To Gold Again - Long Tall Sally - First In Line - Paralyzed - So Glad, You're Mine - Old Shep - Ready Teddy - Anyplace Is Paradise - How's The World Treating You - How Do You Think I Feel

"Loving You": 

Mean Woman Blues - Teddy Bear - Loving You - Got A Lot O' Livin' To Do - Lonesome Cowboy - Hot Dog - Party - Blueberry Hill - True Love - Don't Leave Me Now - Have I Told You Lately That I Love You - I Need You So

"Elvis' Christmas Album": 

Santa Claus Is Back In Town - White Christmas - Here Comes Santa Claus (Right Down Santa Claus Lane) - I'll Be Home For Christmas - Blue Christmas - Santa Bring My Baby Back (To Me) - Oh Little Town Of Bethlehem - Silent Night - (There'll Be) Peace In The Valley (For Me) - I Believe - Take My Hand, Precious Lord - It Is No Secret (What God Can Do)

"King Creole": 

King Creole - As Long As Have I Have You - Hard Headed Woman - Trouble - Dixieland Rock - Don't Ask Me Why - Lover Doll - Crawfish - Young Dreams - Steadfast, Loyal And True - New Orleans

"Elvis Is Back": 

Make Me Know It - Fever - The Girl Of My Best Friend - I Will Be Home Again - Dirty, Dirty Feeling - The Thrill Of Your Love - Soldier Boy - Such A Night - It Feels So Right - Girl Next Door Went A'walking - Like A Baby - Reconsider Baby

"G.I. Blues":  

Tonight Is So Right For Love - What's She Really Like - Frankfort Special - Wooden Heart - G.I.Blues - Pocketful Of Rainbows - Shoppin' Around - Big Boots - Didja' Ever - Blue Suede Shoes - Doin' The Best

"His Hand In Mine":

His Hand In Mine - I'm Gonna Walk Dem Golden Stairs - In My Father's House (Are Many Mansions) - Milky White Way - Known Only To Him - I Believe In The Man In The Sky - Joshua Fit The Battle - He Knows Just What I Need (Jesus Knows What I Need) - Swing Down, Sweet Chariot - Mansion Over The Hilltop - If We Never Meet Again - Working On The Building

ELVIS PRESLEY AVREBBE DOVUTO MORIRE NEL 2019

Quando il disc-jockey di Memphis George Klein, carissimo amico di Elvis Presley, è morto lo scorso 05 Febbraio, non è stato il primo o il secondo, e nemmeno il terzo, ma ben il quarto amico di Elvis a morire nell'arco di poche settimane dall'inizio dell'anno.
La morte di George Klein arriva a ruota dietro la morte di Reggie Young (morto il 17 Gennaio) e Harold Bradley (morto il 21 Gennaio).
Tutti e tre questi uomini sono morti per cause naturali all'età di oltre 80 anni o 90 anni.
Lo stesso è stato per il batterista D.J. Fontana qualche mese fa e per il fratellastro di Elvis, l'evangelista Rick Stanley, morto pochissimo tempo fa a poco più di 60 anni.
E' una prospettiva che fa riflettere il fatto di vedere così tanti amici di Elvis morire silenziosamente in una volta.
Questo sottolinea una verità: parlando a livello demografico, questo sarebbe il momento in cui Elvis, un uomo americano nato nel 1935 che ha raggiunto un altro livello di ricchezza e comodità, avrebbe dovuto morire.
Ora. Nel 2019, più o meno con un certo margine di imprevedibilità. Non nel 1977.
Secondo le statistiche generali di vita e morte applicate a livello individuale, Elvis avrebbe vissuto vedendo il punk rock, il New Wave grunge. Avrebbe vissuto vedendo l'hip hop soppiantare il rock'n'roll come la musica rivoluzionaria delle nuove generazioni.
Avrebbe dovuto sopravvivere alla sua fase di cantante di Las Vegas e fare come Johnny Cash, che è entrato in contatto con giovani musicisti e cantautori per produrre nuovi lavori sorprendentemente belli in età avanzata.
Elvis avrebbe dovuto avere l'occasione di duettare con Springsteen, con Mariah Carey, con Michael Jackson.  Avrebbe dovuto cantare insieme ad Harry Connick Jr., scuotere il suo corpo con  Shakira, entrare nel ritmo con Bruno Mars.
E, mettendo da parte l'arte per un attimo per concentrarsi sull'uomo, Elvis avrebbe dovuto vedere sua figlia crescere. Avrebbe dovuto conoscere i suoi nipoti. Ma la morte con funziona così. Non arriva solo quando "dovrebbe", non arriva solo quando siamo "abbastanza vecchi".
Ogni vita finisce quando finisce.
Sappiamo quanto tempo ci aspettiamo che una persona possa vivere mediamente, ma non c'è modo di applicare questo ad ogni singola persona, la quale potrebbe sopravvivere alle statistiche per 20 anni, oppure andarsene qualche decennio prima in tragiche circostanze.
Elvis è stato chiamato "The King". Aveva il mondo nelle sue mani. Era profondamente amato, sia da coloro che l'hanno conosciuto, sia da coloro che non lo hanno conosciuto.
Ha vissuto una vita notevole, ed è morto a 42 anni, solo la metà degli anni che avrebbe potuto avere, se le cose fossero state diverse.
Il tempo è prezioso.

Abbiamo bisogno di trovare modi per vivere con questa consapevolezza. 
Fare cose che hanno significato per noi. Occuparci di chi amiamo. Valutare cosa è importante.

Source: legacy.com

lunedì 11 febbraio 2019

MAGAZINE VINTAGE ROCK - ELVIS PRESLEY PROTAGONISTA

Elvis Presley è protagonista nel 40° volume del magazine "Vintage Rock", con il titolo "Rockabilly is go!".
All'interno del magazine si legge un articolo riguardo Elvis Presley negli anni '70, descritto come il periodo del suo deterioramento personale; ma, guardando tutto da un'altra prospettiva, il super-fan ed autore Matt Shepherd ci ricorda, in quell'articolo, che quel decennio ha anche dimostrato la grandezza di Elvis Presley come artista.


L'ULTIMO SALUTO A GEORGE KLEIN

George Klein, leggendario disc-jockey di Memphis e carissimo amico di Elvis Presley, è stato sepolto al Memorial Park di Memphis.
Durante la cerimonia funebre molte persone, tra cui Priscilla Presley e Jerry Schilling, hanno condiviso i loro ricordi riguardo al caro George e si sono ascoltate le canzoni "Peace In The Valley", "How Great Thou Art" ed "Amazing Grace", cantate da Elvis Presley.
Riposa in pace, carissimo George.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO DEL FUNERALE DI GEORGE KLEIN.

LIBRO - 1964: THE YEAR THAT CHANGED AMERICA AND ME

Joseph Tunzi e la sua JAT Publishing hanno in programma la pubblicazione del libro "1964: The Year That Changed America and Me".
In base alle informazioni sul sito della casa editrice, il libro contiene oltre 200 fotografie inedite di Elvis Presley, Muhammad Alì ed i Beatles.
Vi daremo altre informazioni non appena si renderanno disponibili.

sabato 9 febbraio 2019

GRACELAND RENDE OMAGGIO A GEORGE KLEIN

Graceland ha eposto un bellissimo mazzo di fiori ed un'epigrafe in memoria di George Klein nella mostra "ICONS: The Influence Of Elvis Presley" nel complesso Elvis Presley's Memphis.
Lo studio della SiriusXM Elvis Radio si trova proprio vicino a tale mostra.
Nell'epigrafe si legge:
Con la morte di George Klein, si è aperto un enorme buco nel cuore dell'intera famiglia di Graceland.
George ed Elvis Presley si sono incontrati per la prima volta nel 1948 alla Humes High School. In seguito Elvis è diventato testimone di nozze al matrimonio di Klein e Klein è stato uno di coloro che ha portato la bara al funerale di Presley nel 1977.
Quando Elvis è stato inserito nella "Rock & Roll Hall Of Fame" nel 1986, Klein ha fatto il discorso di ringraziamento.
Nato a Memphis, Klein è stato anche un famoso conduttore radiofonico per molti anni,
conducendo il "TV's Talent Party" su WHBO e "George Klein Rock & Roll Ballroom" alla WMC Radio.
Nel suo ruolo di disc jockey, è stato il primo a trasmettere via radio un disco dell'allora sconosciuto pianista della Louisiana Jerry Lee Lewis.
La sua carriera è durata per oltre 50 anni.
Negli ultimi anni, Klein è stato uno dei conduttori del canale Elvis Radio SiriusXM.
Klein è stato inserito nella "Memphis Music Hall Of Fame" nel 2018.
George è stato testimone della storia, un amico che non ha mai barcollato ed un instancabile narratore.
E' stato il guardiano della fiamma per il nostro amato Elvis.
Si sentirà sempre la sua mancanza.
"Continua a far girare quei dischi in Paradiso".

venerdì 8 febbraio 2019

VINILE - ELVIS PRESLEY: BLACK SELECTION

A partire dal 08 Marzo 2019, verrà pubblicato il vinile in edizione limitata "Elvis Presley: Black Selection".
Vi daremo altre informazioni riguardo la tracklist appena disponibile.