GRACELAND



Indirizzo: 3764 Elvis Presley Boulevard - Memphis - Tennessee 38116 U.S.A
Area: 13,8 acri (55.800 mq circa)
Costruita nel: 1939
Architetto: Furbringer & Ehrman
Stile architettonico: Classical Revival
Aggiunta al National Register of Historic Place (NRHP): 07 Novembre 1991 con il nr. 91001585.
Il National Register of Historic Places è la lista ufficiale del Governo degli Stati Uniti dei distretti, luoghi, costruzioni, strutture e oggetti ritenuti degni di essere preservati. 
Avere una proprietà registrata al National Register o inserita nel National Register Historic District, le dà diritto a ricevere incentivi e finanziamenti per il sostenimento delle spese necessarie a preservare la proprietà.
Riconosciuta National Historic Landmark (NHL): 27 Marzo, 2006
Il National Historic Landmark è un distretto, luogo, costruzione, struttura e oggetti che il Governo degli Stati Uniti ritiene essere di significato storico. Degli 80.000 siti inseriti al National Register, solo circa 2.430 sono riconosciuti NHL. Tra questi c'è Graceland.


Graceland divenne attrazione turistica a partire dal 07 Giugno del 1982.

MARZO 1957 - ELVIS PRESLEY COMPRA GRACELAND:
Elvis Presley ed i suoi genitori vivevano nella casa di Audubon Drive. Era una  bella casa, ma da quando Elvis era diventato famoso, i vicini avevano iniziato a lamentarsi per il trambusto provocato dai fans e dal rumore dei polli allevati dalla famiglia.
Elvis aveva preso anche in considerazione l'idea di comprare tutte le case del vicinato, ma i suoi genitori preferirono cercare una casa più grande, allontanandosi un po' da quella zona.
Sabato 16 Marzo 1957 Vernon e Gladys Presley, alla ricerca di una casa più grande, videro Graceland: una magnifica casa sulla Highway 51, poco lontano dalla linea di confine tra lo Stato del Tennessee e lo Stato del Mississippi. 
Se ne innamorarono subito. 
Telefonarono ad Elvis, che era ad Hollywood, e gli dissero che avevano trovato la casa ideale.
Elvis arrivò a Memphis il 18 Marzo ed il giorno seguente, 19 Marzo 1957, diede una caparra di 1.000 dollari per acquistare Graceland. 
La trattativa d'acquisto venne portata a termine il 25 Marzo 1957, per la somma di 102.500 dollari. Elvis Presley pagò 10.000 dollari in contanti, 55.000 dollari avuti dalla società immobiliare per la vendita della casa di Audubon Drive ed accese un mutuo per la rimanenza.
Per la suddetta cifra acquistò la casa ed i 13.8 acri (circa 55.800 mq circa) di terreno che stava intorno.
La casa è composta di 23 stanze su una superficie di circa 1580 mq.
I Presley fecero dei lavori di ristrutturazione prima di andare ad abitare nella casa. 
Il loro trasferimento avvenne il 16 Maggio 1957. 
Elvis, in quel momento, stava girando "Jailhouse Rock", quindi, per il momento, solamente i suoi genitori iniziarono ad abitare a Graceland. 
Lui fu costretto ad aspettare fino al 26 Giugno 1957 prima di poter trascorrere la prima notte dentro la sua nuova casa, quella in cui avrebbe abitato per il 20 anni successivi.

(n.d.r. 26 Giugno 1957: Elvis inizia ad abitare a Graceland; 26 Giugno 1977: Elvis si esibisce per l'ultima volta ad Indianapolis; 26 Giugno 1979: Vernon Presley muore).


GRACELAND: UN PO' DI STORIA:
Graceland - 1941
Il terreno su cui sorge Graceland venne inizialmente costituito come una fattoria di 500 acri durante la guerra civile (1861-1865) dall’editore Stephen C. Toof, proprietario del “Memphis Daily Appeal”.
Mr. Toof diede alla proprietà il nome della figlia, Grace Toof. 
Ruth Brown, nipote di Stephen Toof, ereditò la proprietà da sua zia Grace.
Nel 1939 Mrs. Ruth e suo marito, Dr. Thomas D. Moore, costruirono una casa in stile Classic Revival e aggiunsero altre costruzioni sul terreno che apparteneva alla famiglia da quasi 100 anni. 
I coniugi Moore avevano una figlia, Ruth Marie (oggi Ruth Marie Cobb), che a 4 anni era già un prodigio della musica al piano e all’arpa.
Un’importante società di architetti, “Furbringer and Erhman”, disegnò la casa, concependo una vetrina per il talento di Ruth Marie, progettando ampie stanze sulla zona frontale, in modo tale che potesse essere aperta ad un pubblico di 500 persone per eventi musicali.
La casa venne costruita in cima ad una collina, quasi al centro della proprietà, in mezzo ad un boschetto di querce. Sui prati davanti e dietro la casa pascolavano gli animali liberamente. La zona ovest della proprietà confinava con il fiume Mississippi.

Ruthie Marie Moore Cobb e suo marito Charles Cobb, ora avvocato in pensione, si sposarono nel 1948. Dopo il matrimonio, per il periodo in cui Ruth girava il Paese come arpista professionista di un’orchestra, rimasero a Graceland, insieme ai genitori di lei. 
(Più tardi Ruth sarebbe diventata arpista della Memphis Symphony Orchestra, con cui rimase dal 1953 al 1973). 
Quando la madre di Ruth decise che la proprietà era diventata ormai troppo grande per le sue esigenze, chiese a Ruth e Charles se avrebbero considerato l'idea di rimanerci.
“Noi non avevamo molto tempo per poterci dedicare ad una casa così grande” dice Charles. 
“Ci volevano 1000 dollari al mese per mantenerla. Solo in giardino richiedeva la stessa cura che richiede un campo di golf. Avevamo un giardiniere che lo curava e ci lavorava 2-3 volte alla settimana”.
"Quando la proprietà venne messa in vendita", racconta Ruth, "c’erano tre potenziali acquirenti: la Sears Roebuck Co., che voleva trasformarla in un ristorante esclusivo, ed Elvis Presley.
In quel periodo, la maggior parte dei terreni vicini era stata venduta ad agenti immobiliari che li avevano suddivisi e il lago dietro la casa venne drenato".
Ruth ha raccontato che una chiesa, la Graceland Christian Church, voleva acquistare 5 acri del lato a nord-ovest della proprietà. Sears &Co. non era interessato a dividere il terreno ed a rinunciare a 5 acri per la chiesa, ma Elvis disse che era contento di avere una chiesa come vicino di casa. 
Questo aiutò a chiudere la trattativa. 
Fu così che, nel 1957, Elvis la acquistò per 102.500 dollari, prendendo la casa ed i 13.8 acri (circa 55.800 metri quadrati) di terreno che stava intorno.
Quando la "Graceland Christian Church" decise di spostarsi, la famiglia Presley riacquistò il terreno e trasformò la chiesa nella sede della Elvis Presley Enterprises. 
Quando era un giovane povero, Elvis Presley aveva detto spesso ai suoi genitori che un giorno sarebbe diventato ricco e avrebbe comprato per loro la casa più bella che c’era in città, dando fine così alla loro vita di sacrifici e tribolazioni.

Ruth e Charles Cobb costruirono la loro casa a Coro Lake e successivamente si trasferirono a Central Gardens, prima di ritirarsi a Trezevant Manor. 

Charles Cobb incontrò Elvis durante la chiusura della trattativa per la vendita di Graceland, ma Ruth non lo incontrò mai. Lei è, però, è una delle poche persone estranee alla famiglia Presley ad aver visitato il piano superiore di Graceland.
E' successo prima che Graceland diventasse un'attrazione turistica nel 1982, e la signora Cobb capì subito che la sua vecchia camera al piano superiore era diventata una stanza per la musica. 
Questa visita avvenne nel 1967, su invito di Minnie Mae Presley, nonna di Elvis. Ci tornò anche successivamente, quando  si decise di trasformare Graceland in un museo. Vedere Graceland ha riportato alla mente della signora Cobb la sua stessa carriera musicale ed è rimasta un po' attonita vedendo i cambiamenti che erano stati fatti.
"Noi non avevamo una jungle room" ha detto. Non c'era nemmeno il tessuto al soffitto della stanza del biliardo ai suoi tempi. Noi non avevamo una stanza del biliardo".
Altri cambiamenti aggiunti da Elvis Presley hanno catturato l'attenzione della signora, ma ce n'è stato uno in particolare: "Ad Elvis non piaceva il candelabro che avevamo nel soggiorno. Arrivava da New Orleans".
E' anche tornata a Graceland come turista, accompagnando i suoi nipoti. "Mi sono divertita ad andarci, ma non l'ho più sentita come casa".


Piano inferiore


Piano superiore


Interno ed esterno

Contratto compravendita Graceland

LE MODIFICHE ESTERNE APPORTATE DA ELVIS PRESLEY:
La villa su due piani è costruita in pietra calcarea Tishomingo o Tan Tennessee ed il numero delle stanze è variato tra il 18 ed il 23; le stanze da letto sono passate da 5 ad 8 e fino ad 8 stanze da bagno. Colonne corinzie formano il portico d'ingresso.
Quando Elvis Presley acquistò Graceland, il "music gates" (cancelli della musica) non esisteva. Venne disegnato da Abe Saucer appositamente per Elvis, costruito da John Dillars Jr. della "Memphis Doors Inc." e installato a Graceland il 22 Aprile 1957. Il cancello costò poco più di 3.000 dollari.
Una strada d’accesso curva, costeggiata da un basso marciapiede in calcestruzzo, illuminato da luci elettriche lungo tutto il percorso, porta al viale principale ai piedi della collina, formando un ampio circuito che passa davanti la casa, per poi scendere giù dalla collina, verso la strada.
Altre modifiche vennero apportate alla parte esterna della proprietà in base ai gusti di Elvis e dei suoi genitori: una piscina, un campo da racquetball e la costruzione del "Meditation Garden", dove oggi sono sepolti Elvis e la sua famiglia.
Il Meditation Garden è stato voluto da Elvis a metà degli anni '60, per avere un luogo per la meditazione ed il rilassamento. 
Le salme di Elvis e di Gladys erano state inizialmente sepolte al Forest Hill Cemetery, ma dopo il tentato furto della salma di Elvis, vennero entrambi spostati a Graceland per volontà di Vernon Presley. La nuova sepoltura avvenne il 02 Ottobre 1977.

Elvis fece costruire un recinto in pietra rosa dell’Alabama, dividendo la casa dalla statale che si trova di fronte la proprietà nella parte est. Il recinto arriva quasi alla fine della proprietà. A questo punto inizia un alto recinto in legno che circonda la parte restante.
Il muro di pietra viene periodicamente pulito con un sistema ad acqua pressurizzata, in modo che i fans in visita possano continuare a lasciare i loro messaggi.

Quella che fino a pochi mesi fa è stata la "Stanza dei trofei" veniva originariamente usata da Elvis e dai suoi amici per giocare con le auto da corsa.
In seguito sarebbe diventato un luogo in cui radunare tutti i dischi d'oro, di platino ed i vari riconoscimenti consegnati ad Elvis mentre era in vita ed anche dopo la sua morte, ed una selezione dei suoi spettacolari vestiti.

Nel 1971, a destra di una delle colonne dell’ampio cancello, Elvis fece costruire una guardiola in mattoni. 
Nel corso degli anni, i vari interventi, hanno visto Graceland passare da 3.200 mq a circa 5.260 mq. Se ad Elvis piaceva decorare la casa, i suoi genitori si sbizzarrirono a dare il loro tocco personale con un orto e un pollaio.
Elvis ed i suoi genitori si riferirono alla casa sempre con il nome "Graceland" dal 1957 fino alla fine dei loro giorni.
Con loro abitavano la madre di Vernon, Minnie Mae Presley, che sopravvisse ad Elvis ed a Vernon: Minnie Mae Presley morì 08 Maggio 1980 all'età di 86 anno.
Anche la zia di Elvis, Delta, sorella di Vernon, ha vissuto a Graceland per un certo numero di anni.

Quando Gladys Presley morì nel 1958, Elvis esitò per un po' di tempo a sostituire il vetro che sua madre aveva rotto accidentalmente poco tempo prima di morire.
Sebbene ad Elvis piacesse molto decorare e fare cambiamenti, era molto riluttante a cambiare le cose che gli ricordavano la sua mamma, a cui era particolarmente attaccato.

GRACELAND DOPO ELVIS: 
Dopo la morte di Elvis, Graceland venne valutata 350.000 dollari.
A causa di una fattura di mantenimento annuale stimata in 500.000 dollari, dopo aver valutato varie opzioni per riuscire a pagare le spese e non perdere la proprietà, venne decisa l'apertura al pubblico.
Inizialmente solo il "Meditation Garden" fu aperto al pubblico nel 1978; mentre Graceland divenne attrazione turistica a partire dal 07 Giugno del 1982, dando inizio ad una sfida che Priscilla Presley e Jack Soden hanno voluto portare avanti contro ogni aspettativa e pronostico.
Quando nacque l'idea di rendere Graceland un museo aperto al pubblico, venne interpellata una società di consulenza per sondare l'eventuale successo o insuccesso del progetto.
Il risultato sembrava senza appello: Graceland non avrebbe avuto sufficienti visitatori e il ricordo di Elvis Presley si sarebbe affievolito con il tempo.
Ma Jack Soden e Priscilla non erano convinti.
Quando, nel 1978, venne permesso l'accesso dei fans al Meditation Garden, le persone iniziarono ad arrivare numerose.
Gli amministratori della città di Memphis, a quel punto, pensarono persino di acquistare Graceland, facendola diventare proprietà della città e attrazione turistica.
Wallace Madewell, presidente del consiglio comunale, ricorda: "Stavo lì e guardavo tutte quelle persone andare a Graceland. Molti di loro arrivavano da oltreoceano. Ho pensato che se queste persone erano disposte a fare questo sforzo, probabilmente ne valeva la pena".
Il testamento di Elvis Presley nominava suo padre Vernon e la NBC Banck come esecutori testamentari della sua eredità, lasciata alla sua unica figlia, Lisa Marie. Quando, nel 1979, Vernon Presley morì, lasciando le redini a Priscilla, sulla base del fatto che nessuno avrebbe saputo gestire meglio l'eredità di Lisa Marie se non sua madre, si affacciò di nuovo l'idea di vendere la proprietà.
"Ma Priscilla", racconta Jack Soden, "era un concentrato di passione e cuore. Lei sapeva quanto Graceland fosse importante per Elvis e per Lisa Marie. Voleva che Graceland rimanesse alla famiglia".
Mr. Soden andò a visitare le più importanti attrazioni turistiche costruite sulla popolarità delle persone famose: dalla casa di Thomas Jefferson al castello di William Randolph Hearst in California.
Il "Smithsonian Institution" chiese di poter avere un jumpsuit di Elvis Presley per una mostra che includeva oggetti di artisti famosi, come il giubbotto di pelle di Fonzie e le pantofole indossate da Judy Garland nel film "Wizard Of Oz".
"Stavo nel favoloso Smithsonian e mi sminuivo da solo", ricorda Jack Soden. "Dissi: 'A tutti voi, Elvis deve sembrare come una specie di turbamento che arriva dai lontani anni 50'. Mi si avvicino questo uomo dall'aspetto distinto e mi disse: 'Noi consideriamo Elvis Presley la cosa più importante che sia accaduta in America negli ultimi 200 anni' ".
Quando Graceland venne aperta, Jack Soden e Priscilla Presley pensarono che, se fosse andata male, almeno avrebbero recuperato i 500.000 dollari investiti, ossia quello che restava del lascito di Elvis.
Infatti quei soldi tornarono nelle casse, ma entro pochissime settimane!
Da allora Graceland conta una media di 600.000 visitatori all'anno, con punte di 750.000. 
Calcolando un prezzo medio di biglietto d'ingresso di 36 dollari, vengono incassati una media di 21,6 milioni di dollari all'anno. Questa è solo la metà degli incassi della Elvis Presley Enterprises: l'altra metà è data dalla vendita di merchandise e licenze, consegnando ad Elvis Presley le prime posizioni nella classifica "Forbes" degli artisti deceduti più ricchi e guadagnando di più di altri ancora in vita. 


L'ESPANSIONE DI GRACELAND NEL 2017:
All'inizio di Marzo 2017 ha preso vita il più grande progetto di espansione mai realizzato a Graceland. 
Si chiama "Elvis Presley's Memphis" ed è il nuovo complesso che misura quasi 18.600 metri quadrati e costato 45 milioni di dollari, che si trova dall'altra parte della strada rispetto a Graceland.
L'inaugurazione è avvenuta nei giorni dal 02 al 05 Marzo 2017, con festeggiamenti durati tutto il fine settimana, durante i quali si è potuto assistere a concerti che hanno reso omaggio alla vita ed alla carriera di Elvis Presley ed altri eventi musicali che hanno ricordato le radici musicali della città di Memphis.
Mentre all'interno di Graceland si può continuare a respirare l'atmosfera privata e famigliare di Elvis Presley, all'interno del complesso "Elvis Presley's Memphis" vengono mostrati tutti gli altri aspetti della sua vita e carriera.
Infatti, molti oggetti come i dischi d'oro, platino e altri riconoscimenti, i jumpsuits, ecc.. sono stati spostati da Graceland al nuovo complesso "Elvis Presley's Memphis".

Alcuni dei musei principali del complesso:
** "Elvis: The Entertainer": questo museo, della grandezza di 1850 metri quadrati circa, è focalizzato sulla carriera di Elvis Presley, sia musicale che cinematografica.
Vengono mostrati oggetti presi dall'archivio di Graceland, partendo dall'infanzia di Elvis a Tupelo - Mississippi -, alle prime incisioni alla Sun Records, i primi successi discografici, la
carriera ad Hollywood e gli anni dei tour in tutti gli Stati Uniti d'America ed i concerti a Las Vegas. E' il più grande museo del mondo riguardante Elvis Preslsey.
** "Presley Motors": comprende oltre 20 automobili e motociclette appartenute ad Elvis Presley, inclusa la celebre Pink Cadillac.
** "Graceland Soundstage": è il luogo in cui assistere a concerti live, film e documentari in prima visione, produzioni video e altro. Viene usato anche per eventi privati, conferenze e mostre.
** "Discovery": è il luogo in cui vengono mostrati aspetti della vita e carriera di Elvis Presley da un'altra prospettiva, come ad esempio i generi musicali che l'hanno influenzato: blues, gospel, country...
Nell'area del complesso "Elvis Presley's Memphis" sono stati parcheggiati anche gli aerei appartenuti ad Elvis Presley: il "Lisa Marie" e "Hound Dog II".
Per fornire un servizio completo ai fans, all'interno del complesso di intrattenimento si possono trovare anche ristoranti e punti di ristoro.
Al ristorante "Gladys Diner" viene cucinata la classica cucina americana preferita da Elvis; mentre il "Vernon's Smokehouse" è una sorta di autentico barbecue (BBQ) in stile Memphis.

Completa questa immensa opera l'albergo "Guest House At Graceland".
Inaugurato il 27 Ottobre 2016, è un hotel/resort  composto da 450 stanze (430 stanze e 20 suits)  in cui la Elvis Presley Enterprises ha investito 137 milioni di dollari, al fine di migliorare ulteriormente l'esperienza dei visitatori provenienti da tutto il mondo a Memphis ed a Graceland.
Le stanze dell'hotel sono state arredate ispirandosi allo stile di Graceland, così come l'ha voluta Elvis, con la supervisione di Priscilla Beaulieu Presley.
Oltre alle camere, l'hotel prevede due ristoranti, un bar, un teatro da 464 posti, piscina, una sala conferenze.
Il "Guest House At Graceland" si trova a pochi passi da Graceland stessa.

Nel 2022 si festeggerà il 40° anniversario dell'apertura di Graceland al pubblico.


Graceland  - 1957

Lo zio di Elvis, Travis, con alcuni fans

Cassetta della posta 

Graceland - Natale 1958

Graceland - 1962

Graceland - 1973

Graceland - 1973

Graceland - 1976
(session registrazione)

Graceland - 1977

Graceland - 1978

Graceland - 1980

Graceland - 1992