ELVIS PRESLEY DAY BY DAY - 17 MARZO

17 MARZO 1955:
Elvis Presley, Scotty Moore e Bill Black si esibiscono al Dessau Hall di Austin, in Texas.
Secondo Peter Guralnick nel libro "Elvis Day by Day", le date di questo mese sono state prese da Bob Neal.
Questa è stata la prima di quattro esibizioni ad Austin. La successiva sarà ad Agosto e, in quel periodo, D.J. Fontana sarà già diventato parte della band.










































17 MARZO 1956:
La RCA assume il fotografo Alfred Wertheimer per scattare alcune fotografie ad Elvis Presley: viene pagato unicamente per quelle in bianco e nero, perchè il colore era molto costoso a quel tempo e la RCA non era sicura che Elvis Presley sarebbe durato sulle scene, così decide di non investire troppo su di lui.
Il primo giorno Wertheimer scatta 20 rullini di foto. 
Nel tempo la sua collezione diviene iconica e pubblicata su molti libri, calendari e mostre fotografiche.

Intorno alle ore 12.30, Elvis si reca al Nola Studio per una prova. Alle 16.00 va agli studi CBS.

Tra le prove del pomeriggio e l'esibizione della sera allo "Stage Show", presentato da Tommy e Jimmy Dorsey, Elvis torna all'hotel Warwick, a New York, per riposare e darsi una rinfrescata.
Nella suite in albergo ci sono dozzine di lettere di fans ed inizia a leggerne un po'.

Alle ore 20.00 si esibisce allo "Stage Show".
Con la canzone "Heartbreak Hotel" in vetta alle classifiche nazionale, ad Elvis viene permesso di scegliere le canzoni e includere anche "Blue Suede Shoes".




























17 MARZO 1957:

Elvis parte da Los Angeles in treno per tornare a Memphis.


17 MARZO 1958:
Elvis va al Pop Tunes per comprare qualcosa e poi a tagliarsi i capelli al Jim's Barber Shop.































17 MARZO 1960:

Due sorelle, fans di Elvis Presley, scompaiono. Anche Elvis si sente partecipe della vicenda. Le due ragazze verranno trovate morte.

17 MARZO 1963:
Lavorazione del film "Fun In Acapulco".

17 MARZO 1964:
Lavorazione del film "Roustabout.

17 MARZO 1965:
Lavorazione del film "Harum Scarum".

17 MARZO 1966:
Lavorazione del film "Spinout".

17 MARZO 1967:
Lavorazione del film "Clambake".

17 MARZO 1968:
Lavorazione del film "Live a Little, Love A Little".

17 MARZO 1969:
Lavorazione del film "Change Of Habit".


17 MARZO 1971:
Elvis deve rimanere in ospedale. Il tempo rimanente già pagato allo studio viene affidato a James Burton, che usa la band della session per incidere un album solista per la A&M Records.
L'album "Separate Ways" raggiunge la posizione 46 nella classifica U.S.

17 MARZO 1972:
Elvis Presley va a Las Vegas e ci rimane per molti giorni.

17 MARZO 1974:
Elvis si esibisce nuovamente al Mid-South Coliseum di Memphis in due concerti: alle 14.30 ed alle 20.30.

Concerto ore 14.30:
Tickets: 12.300
Costume: Fire
Canzoni concerto:
2001 Theme - C C Rider - I Got A Woman - Amen - Love Me - Tryin To Get To You - All Shook Up - Steamroller Blues - Teddy Bear - Don't Be Cruel - Love Me Tender - Johnny B Goode - Hound Dog - Heartbreak Hotel  - Fever - Polk Salad Annie - Why Me Lord? - Suspicious Minds - Band Introductions - I Can't Stop Loving You - Help Me - An American Trilogy - Let Me Be There - Funny How Time Slips Away - Can't Help Falling In Love - Closing Vamp































Concerto ore 20.30:

Tickets: 12.300
Costume: Blue Starbust
Canzoni concerto: 
2001 Theme - C C Rider - I Got A Woman - Amen - Love Me  -Tryin' To Get To You - All Shook Up - Steamroller Blues - Teddy Bear - Don't Be Cruel - Love Me Tender - Johnny B Goode - Hound Dog - Fever - Polk Salad Annie - Why Me Lord? - Suspicious Minds - Band Introductions - I Can't Stop Loving You - Help Me - An American Trilogy - Let Me Be There - Funny How Time Slips Away - That's All Right - Can't Help Falling In Love - Closing Vamp

Riguardo ai due concerti del giorno prima, sul "The Commercial Appeal" i giornalisti Lewis Nolan e Michael Clark, raccontano così le esibizioni:
"Elvis Presley ha avuto a che fare con le urla di quasi 25.000 fans in due concerti al Mid-South Coliseum ieri, cimentandosi sia in vecchi pezzi tra i più famosi che hanno lanciato la sua scalata al successo, sia in recenti hits.
I concerti di ieri pomeriggio e di ieri sera hanno fatto il tutto esaurito, visto che il cantante si è esibito nella sua città per la prima volta in 13 anni.
La folla ha reagito alla sua magica personalità quasi come se l'orologio fosse tornato indietro al 1961.
Malgrado alcune delle reazioni siano state leggermente sottotono, tutti gli ingredienti della Presleymania erano presenti. Ci sono state urla, strilli e standing ovation dal momento in cui Presley è salito sul palco finché non è andato via circa un'ora dopo.
Una forza di sicurezza composta da circa 60 persone, inclusa polizia, uomini dello sceriffo ed agenti speciali è stata messa al lavoro.
La polizia, che circondava il palco durante lo spettacolo, ha dovuto far arretrare dozzine di donne nei momenti finali, in quanto si lanciavano in avanti, allungando le braccia ed urlando "Elvis, Elvis!".
Un certo numero di biglietti era ancora disponibile fuori dal coliseum ieri sera: sembrava di essere al mercato. Mentre si avvicinava l'ora del concerto, il prezzo del biglietto è passato da $10 a $5 e quelli da $5 per poco non sono finiti ad $1.
I commenti di Elvis verso i suoi concittadini, al di fuori del "Grazie" dopo gli applausi scroscianti, sono stati rari. Ha detto "Ciao Memphis" e più tardi ha aggiunto "E' un piacere essere di nuovo a casa per la prima volta dopo tanto tempo". In alcuni momenti sembrava volesse parlare alla folla, ma le grida del pubblico smorzavano le sue parole, così iniziava un'altra canzone.
La selezione di canzoni è stato un viaggio a tutto tondo, attraverso gli oltre 50 dischi d'oro che ha inciso e altre canzoni rese famose da altri interpreti, come "Johnny B. Goode" e "Polk Salad Annie". Ma la gente sembrava reagire più favorevolmente quando ha cantato vecchi successi, inclusi "Hound Dog", "All Shook Up", "Teddy Bear", "Don't Be Cruel", "Love Me Tender" e "Love Me".
Il momento più emozionante è arrivato durante l'esecuzione di "American Trilogy", un medley di canzoni che include "Dixie" e "Battle Hymn Of The Republic".
Quando Elvis, i 12 elementi della sua orchestra, i 5 musicisti della sua band, due trio ed un quartetto di vocalist hanno iniziato con "Dixie" c'è stato un piccolo dubbio riguardo il sapore regionale del pubblico, che l'ha visto crescere dalle umili origini di Tupelo e Memphis, fino a diventare l'entertainer più famoso del mondo.

Nella parte finale, un flauto ha suonato la strofa più drammatica di "Dixie" , gli ottoni hanno eseguito "Battle Hymn Of The Republic" e le luci hanno danzato sopra una bandiera americana enorme, sospesa sopra il palco.
Mentre l'inconfondibile voce di Elvis chiudeva il pezzo, il pubblico si è alzato per un applauso infinito. Ma mentre il concerto è stato cosparso di canzoni patriottiche e gospel, Elvis ha intonato canzoni che hanno incoraggiato i suoi movimenti sensuali e canzoni fatte per giocare.
Si è asciugato la fronte con sciarpe gettate poi a beneficio di donne delle prime file. 
Ogni volta che si dimenava, metteva in posa il suo corpo oppure respirava pesantemente nel microfono, il pubblico rispondeva.
Indossava un vestito bianco con collo rigido decorato con ricami e lustrini.
I suoi movimenti erano messi in evidenza da macchine fotografiche che facevano flash durante il concerto. 
Bland, manager del coliseum, ha dichiarato: "Questo è il più grande introito (stimato in $586.000) che abbiamo mai avuto per uno spettacolo". Il conto include tutti e cinque i concerti.
Bland ha inoltre aggiunto: "Questo è il più grande servizio di sicurezza nel backstage che abbiamo mai avuto".
Presley si esibirà anche oggi (17 marzo) alle 14.30 ed alle 20.30 ed alle 20.30 mercoledì".

17 MARZO 1975:
Elvis Presley prova sul palco dell'Hilton Hotel di Las Vegas.

17 MARZO 1976:
Il primo tour dell'anno inizia con un po' di confusione all'interno della band: Glen D. Hardin si dimette; James Burton e Ronnie Tutt fanno sapere che se ne vanno anche loro.
All'ultimo momento, James Burton torna, ma gli altri vengono rimpiazzati.
Elvis si esibisce al Freedom Hall Civic Center di Johnson City, Tennessee alle ore 20.30.
Alla fine dello spettacolo, se ne va insieme a Linda Thompson, Sonny e Red West.
Tickets: 7.000
Costume: Silver Phoenix
Canzoni concerto:
2001 Theme - C C Rider - I Got A Woman - Amen - Love Me - You Gave Me A Mountain - Tryin To Get To You - All Shook Up - Teddy Bear - Don't Be Cruel - Until Its Time For You To Go - Hurt - Polk Salad Annie - Band Introductions - What'd I Say (featuring James Burton) - Drum Solo (featuring Larry Londin) - Bass Solo (featuring Jerry Scheff) - Piano Solo (featuring Shane Keister) - What'd I Say (featuring Shane Keister) - Electric Piano Solo (featuring David Briggs) - School Day - And I Love You So (solo un verso) - Jambalaya (solo un accenno) - And I Love You So (solo un verso) - How Great Thou Art - Love Me Tender - Let Me Be There - America The Beautiful - Burning Love - Heartbreak Hotel - Hound Dog - Hawaiian Wedding Song - Mystery Train - Tiger Man - Can't Help Falling In Love - Closing Vamp

17 MARZO 1977:
L'album "Welcome To My World" viene pubblicato dalla RCA. Diventerà disco d'oro il 30 Settembre 1977 e disco di platino il 14 Gennaio 1983.

17 MARZO 1997:
La Elvis Presley Enterprises perde, in Corte d'Appello, la sua battaglia contro Sid Shaw, nel tentativo di fermarlo dall'usare, senza approvazione della EPE, il nome di Elvis Presley sui souvenirs da lui prodotti. 
La causa andava avanti da oltre 17 anni.  Dopo la sentenza il signor Shaw, gestore dell'attività "Elvisly Yours", ha dichiarato di essere felice e di aver dimostrato che Elvis Presley appartiene a tutti noi e che è parte della nostra storia e della nostra cultura.

17 MARZO 2004:
Lisa Marie Presley chiarisce le dichiarazioni fatte durante un'intervista ad una tv australiana: non ha mai visto il suo ex marito Michael Jackson avere atteggiamenti inappropriati con dei bambini.

17 MARZO 2017:
Elton John ricorda quanto è stato triste il suo incontro con Elvis Presley.
Eltoh John ha avuto la possibilità di incontrare Elvis, che era il suo idolo, in Giugno del 1976.
Aveva portato sua madre Sheila ad un concerto a Washington DC., ma l'Elvis della sua gioventù aveva da tempo lasciato l'edificio.
"E' stato triste" ha raccontato Elton John, ricordando l'aspetto e le condizioni di Elvis in quel  momento.
I due si sono incontrati nel backstage prima dello spettacolo ed Elton richiese "Heartbreak Hotel", ma Elvis non fu in grado di deviare dalla scaletta stabilita e non eseguì la celebre canzone del 1956.
Elton guardò negli occhi di Elvis ed ebbe la sensazione che non ci fosse più niente.
Venne poi scortato, insieme a sua madre, ai loro posti e guardarono lo spettacolo con uguali parti di ammirazione ed orrore. 
"Era qualcuno che si trovava ina completa nebbia causata da farmaci, che regalava sciarpe di nylon ai suoi fans" ricorda ancora Elton. "Eppure, era ancora in un certo senso magico".
Sheila, la madre di Elton John, non si fece abbagliare troppo da quella magia, ed appena finito lo spettacolo predisse che Elvis sarebbe morto nell'arco di 6 mesi.
"Beh", ha detto Elton, "è successo dopo un anno".


Source: Varie - Websites - Newspapers