sabato 8 febbraio 2020

SAM THOMPSON - MOMENTI PRIVATI CON ELVIS PRESLEY

Sam Thompson, ex guardia del corpo di Elvis Presley e fratello di Linda, quando rilascia interviste parlando del suo celebre amico, racconta spesso aneddoti divertenti, ma cerca sempre di inserire anche altri aspetti più personali e umani relativi ad Elvis, in modo da far conoscere al pubblico la profondità d'animo dell'uomo con cui si relazionava anche fuori dal palcoscenico.
L'anno scorso, parlando con Spa Guy, Sam Thompson ha raccontato quando, insieme ad Elvis, è andato a Tupelo a vedere i luoghi in cui è nato e cresciuto.
Ha raccontato: "Siamo passati da Tupelo ed Elvis ha detto: "Qui è dove sono cresciuto". E, passando vicino alla sua casa ha detto: "Quella era la mia casa".
Eravamo solamente io e lui nell'auto e nessuno ci ha notati.
Sono piccoli momenti come questo che ti fanno dimenticare che lui poteva stare davanti a 20.000 persone ed averli tutti ai suoi piedi.
Era un essere umano, una persona.
"Elvis diceva: "Nessuno sa veramente chi sono". Ed io dicevo: "Elvis, la gente ti ama. Loro ti amano. Ti conoscono in tutto il mondo".
E lui rispondeva: "No, no, no! Loro conoscono quel tizio sul palcoscenico. Non conoscono me" .
Ed è vero! Devi diventare un'altra persona quando ti esibisci in quel modo, ed è ciò che diventava quando saliva sul palco. 
Ma era una persona diversa quando ti sedevi e potevi parlare con lui.  E' questa la persona che mi manca tanto e sono quelli i momenti che custodisco maggiormente".


Chissà quanto deve essergli pesato pagare il prezzo di sentirsi "non realmente conosciuto"... E chissà cosa avrebbe voluto veramente mostrare di sé, che non ha mai mostrato...?




Source: Express.co.uk